La risposta ad un'interrogazione, le delibere approvate

Il Sindaco Enrico Campedelli ha risposto durante il Consiglio comunale di giovedì 3 maggio ad un’interrogazione del capogruppo di Forza Italia Roberto Andreoli relativa ai manifesti dell’Unione Terre d’argine apparsi nelle scorse settimane nelle strade cittadine e rispetto ai quali l’esponente azzurro chiedeva conto di motivazioni, canali utilizzati, sviluppi, costi della campagna pubblicitaria. Il primo cittadino ha spiegato che la finalità di questa operazione è quella di ufficializzare l’operatività dell’Unione, rafforzando il concetto di integrazione-razionalizzazione che ne sta alla base, e che sono stati utilizzati al fine manifesti di varia pezzatura esposti a rotazione, locandine, cartoline. “Della campagna si è occupata l’agenzia Ada comunicazione di Modena che già aveva curato logo e immagine coordinata dell’Unione, in collaborazione con il Servizio comunicazione del Comune – ha spiegato Campedelli – mentre della stampa la tipografia Sbr di Napoli, fornitore ufficiale di prodotti litografici per il Comune. Costo totale 7380 euro, comprensivi di Iva, tenendo conto che l’ente locale non paga le affissioni”. Andreoli ha sottolineato nella sua replica come le perplessità di chi ha visto i manifesti siano giustificate dal fatto che pochi cittadini siano stati coinvolti nella scelta dell’Unione e che quindi una campagna promozionale sul nuovo ente era necessaria.

Durante i lavori del Consiglio è stata poi approvata all’unanimità una delibera relativa ad una permuta di immobili a Cortile: il signor Franco Ganzerla cede un’area edificabile di 3690 mq già inserita in un Piano particolareggiato delle Opere pie Rossi e in cambio ottiene dall’amministrazione l’area dell’ex Centro ippico della frazione liberata da poco, 1132 mq. Approvata con i voti contrari di An, Fi e Rc invece una variazione di Bilancio da 352 mila euro in totale relativamente alla quale la dirigente Patrizia Mantovani ha fornito alcune risposte al capogruppo di Fi Andreoli sulla necessità di ridefinizione dello strumento Piano degli Investimenti triennale e sui costi delle trasmissioni radiofoniche di Radiouno Rai condotte da Umberto Broccoli e realizzate a Carpi a fine aprile. Infine è stata approvata all’unanimità la vendita di un appartamento con rimessa in via Sigonio 4, abitazione, ha spiegato l’assessore al Patrimonio Carmelo Alberto D’Addese, che ha sette vani per complessivi 154 mq più un garage di 20 mq. “E’troppo costoso da ristrutturare – ha detto D’Addese - lo abbiamo valutato 185 mila euro che se incassati serviranno a costruire alloggi Erp”.