Affisso al QuiCittà dopo l’approvazione di un odg in Consiglio comunale --Comunicato stampa n.290 del 4/11/2015

Nel corso della seduta del Consiglio comunale di Carpi di martedì 27 ottobre è stato presentato e poi approvato all’unanimità un ordine del giorno sottoscritto dal gruppo del Movimento 5 Stelle e relativo al magistrato Nino di Matteo. Ricordando il ruolo svolto dal magistrato nella lotta alla criminalità organizzata e il fatto che nel marzo scorso a Di Matteo è stata conferita la cittadinanza onoraria di Modena che ha valenza provinciale i firmatari del documento sottolineavano poi come “il Comune di Carpi ha il diritto-dovere di mandare un messaggio forte, chiaro ed inequivocabile di grande solidarietà, esponendo in un luogo visibile uno striscione con la scritta ‘Noi stiamo con Nino di Matteo”.

L’idea originaria del Movimento 5 Stelle era quella di affiggere uno striscione al balcone del Municipio che riportasse questa frase ma nel corso del breve dibattito che è seguito in Consiglio alla presentazione dell’odg da parte del capogruppo del Movimento Eros Gaddi si è convenuto di fare diventare lo striscione un manifesto e di utilizzare la vetrina esterna dello sportello QuiCittà di via Berengario: “lo stesso luogo cioè – ha spiegato il Sindaco Alberto Bellelli - dove è stato affisso un manifesto a suo tempo per i due marò, e questo anche per non banalizzare il Municipio”.